Con una rosa

https://i0.wp.com/www.sangiorgioinsieme.it/angiolo-d-andrea/monografia/original/46-Vaso%20di%20fiori%20e%20tubetti%20colore.jpg

Vorrei vestirmi di cielo ,agghindarmi con fiori di campo,rinfrescarmi con acqua di sorgente e ascoltare la musica del vento tra le canne di bambu’…….

La vita reale non è cosi’.

Ma in questo mio angolo magico,qui si’ ,tutto deve essere leggero come se la primavera non dovesse mai finire.

Niente stagioni nel mio blog.

Qualche velata tristezza.

Ma subito dopo ..musica e fiori.

Felice chi con ali vigorose,
le spalle alla noia e ai vasti affanni
che opprimono col peso la nebbiosa vita,
si eleva verso campi sereni e luminosi!
Felice chi lancia i pensieri come allodole
in libero volo verso i cieli nel mattino!
Felice chi, semplice, si libra sulla vita e intende
il linguaggio dei fiori e delle cose mute!

Ch. Baudelaire

Annunci

10 thoughts on “Con una rosa”

  1. Elévation (Elevazione)Au-dessus des étanges, au-dessus des vallées, des montagnes, des bois, des nuages, des mers, par delà le soleil, per delà les éthers, per delà les confins des sphères étoilées, Mon esprit, tu te meus avec agilitè, et, comme un bon nageur qui se pame dans l'onde, tu sillonnes gaiement l'immensitè profonde avec une indicible et male voluptè. Envole-toi bien loin de ces miasmes morbides; va te purifier dans l'air supérieur, et bois, comme une pure et divine liqueur, le feu clair qui remplit les espaces limpides. Derrière les ennuis et les vastes chagrins qui changent de leur poids l'existence brumeuse, heureux celui qui peut d'une aile vigoreuse s'élancer vers les champs lumineux et sereins; Celui dont les pensers, comme des alouettes, vers le cieux le matin prennent un libre essor, – qui plane sur la vie, et comprend sans effort le langage des fleurs et des choses muettes! In alto, sugli stagni, sulle valli,sopra i boschi, oltre i monti, sulle nubie sui mari, oltre il sole e oltre l'etere,al di là dei confini delle sferestellate, tu, mio spirito, ti muoviagilmente: dividi la profondaimmensità, come un buon notatoreche gode in mezzo alle onde, gaiamente,con virile e indicibile piacere.Fuggi lontano da questi miasmiammorbanti, e nell'aria superiorevola a purificarti e bevi comeun liquido divino e puro il fuocoche colma, chiaro, le regioni limpide.<>

  2. Fortunato colui che può con alavigorosa slanciarsi verso i campisereni e luminosi, abbandonandoi vasti affanni ed i dolori, pesogravante sopra la nebbiosa vita;colui che lascia andare i suoi pensiericome le lodolette verso i cieli,nel mattino; colui che sulla vitaplana e, sicuro, intende la segretalingua dei fiori e delle cose mute.(Charles Baudelaire)Per amore e rispetto di ChB, se non altro per il suo culto ossessivo della forma…..:-) lieta serata, Marpessa.

  3. una piccola domanda:perchè "niente stagioni"? Sono il ciclo naturale della "VITA"…. un "pesco" dal seme cresce, mette le gemme, fiorisce e da i frutti e così via…………………………. e il bucaneve e il melograno e le spighe dorate e il girasole e la ginestra e il crisantemo ….e vita e vita e…. vita!Una sola stagione, così, come il regno che possiede una sola lingua, e dappertutto i medesimi costumi, è debole e caduca. :-)avrei desiderato aggiungere un video: Il Concierto de Aranjuez. Joaquín Rodrigo marchese dei giardini di Aranjuez…. http://www.youtube.com/watch?v=6Dcrep_G0K4http://www.youtube.com/watch?v=hWmzt6OOdww…. rose per te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...