Crederti

 

Crederti, è facile
e razionale,
soprattutto senz’altro è conveniente:
si sa di premi Nobel che lo fanno –
senza problemi

tu lì potresti essere, a oscillare
nel cuore di equazioni permanenti –
negli abissi dei quanti,
nelle infinite reti di parole.
Ci staresti benissimo:
sei tu la prima cosa che si accende
quando il resto sparisce.
La mente non obietta
ma il cuore il cuore il cuore non lo dice –
tu sei come mio padre, non mi fido
sarebbe bellissimo gettarmi
fra le tue braccia, figlia ormai in eterno
ma non ci sto
non per viltà, almeno,
o l’atroce bisogno che ne ho.
Devi venire tu
inginocchiarti chiedermi perdono
e non solo per quello che mi hai fatto.
Per la morte, la sola paura della morte
dovrei venire a crederti, mio dio?
Tu offrimi di più quest’altra volta

http://www.larivistaintelligente.it/polis/scienza/crederti-dp1

 

 

 


Annunci

2 thoughts on “Crederti”

  1. Here you can see, this brief but intense post would be impossible to find in the American blogosphere.
    It ‘s the best declaration of secularism that I have ever read. It seems an insurmountable obstacle for those who have faith but it is a great hymn to hope to be able to believe one day. However, in an adult way. The mention of the father makes the concept very human.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...