Ad un anno dalla chiusura di Splinder…

Tratto da una pagina di Facebook..
Carissima compagnia di Splinder, vi siete accorti che è ormai passato un anno da che ci ha lasciati la nostra amatissima piattaforma di blogging? Esattamente a fine gennaio, in queste ore lottavamo contro il tempo per recuperare e salvare tutti i nostri contenuti… ve lo ricordate? Già le nuove registrazioni non erano possibili, il supporto era da tempo defunto e Soluzioni Splinder pullulava di post e commenti alla funesta notizia…Eppure siamo ancora tutti qua! Chi ha migrato altrove, chi ha smesso di scrivere, chi ha ritrovato amici e chi si è perso di vista… nonostante tutto però, per poco o per molto tempo, siamo stati uniti da quella che un tempo è stata la più grande e gloriosa comunità italiana di bloggers!
  • A Mari Rossi, Paolo Rossetto, Gatto Mammone e altri 52 piace questo elemento.
  • Marco Moscatelli I miei due li ho persi; ho provato a trasferirli, ma non ci sono riuscito. Mi sono rimaste le mie copie, per me. Tanto Splinder è morto, e un’epoca si è chiusa. E’ stato bello.
  • Ludovica Di Giorgio Mi sono sempre chiesta perché ….
  • Splinder Marco, mi dispiace, bastava chiedere e ti aiutavamo… ma ormai è andata così. Pazienza…
  • Monia Sanders Mi manca tantissimo D:
  • Maria Sambati Io non ringraziero’ mai abbastanza Splinder,per avermi fatto conoscere persone meravigliose,che tutt’oggi sono mie amiche su facebook e nella vita reale…
  • Cristina Capacchietti Pero’ e’ stato veremente un peccato che abbia chiuso perche un sito cosi’ non esiste piu..
  • Chiara Beni io ho trasferito il blog ma poi non l’ho più aggiornato: probabilmente è davvero finita un’epoca, ma concordo con chi dice che è stato qualcosa di significativo e manca anche a me!
  • Sandro Romano Splinder mi manca. Sarò sempre riconoscente verso questa piattaforma perchè mi ha permesso di scrivere per la prima volta su un blog e perchè mi ha dato la possibilità di conoscere persone che condividevano i miei stessi interessi e gusti.
  • Splinder Mi fa piacere! Agli altri: ovviamente se ne sente molto la mancanza! Era talmente semplice, configurabile, fatto su misura per l’utente, costruito tutto attorno a lui… tanto che non esistono piattaforme altrettanto valide al mondo! Praticamente insostituibile!

    Ludovica, ancora tutt’oggi i motivi non sono molto chiari, così come i veri retroscena della fine della piattaforma. Sembra sia stato più che altro un cambio di obiettivo aziendale. Praticamente Splinder non rendeva più, anche per via della loro colpevole incuria, ed a loro è convenuto chiuderla e cambiare destinazione d’uso del loro hosting.
  • Lucrezia Colombo QUOTO Maria Sambati: per fortuna che c’è (stato) splinder
  • Zoe Amabilmente In nessun luogo è più la stessa cosa
  • Amneris Di Cesare Vi pensavo proprio alla fine dell’anno, ricordando le nottate trascorse a capire come fare per trasferire tutto il mio blog su wordpress. Ce l’ho fatta e anche se non lo aggiorno più così spesso come un tempo, è comunque un blog attivo, anche se non è più lo stesso. Non ha più il vecchio url, non è più splinder. Splinder era solo lui. Tra l’altro, uno dei miei più cari amici di blog, conosciuto su Splinder proprio all’inizio dell’avventura blog nel 2002 (avventura blog per me) è scomparso a settembre. E lui invece non era riuscito a trasferire il suo blog su wordpress. Con lui se n’è andata un’epoca bellissima, spensierata, fatta di sperimentazione, di scrittura, di condivisione, di novità, di pionierismo. Sì, mi mancano i blog, mi manca Splinder. Mi mancano i concorsi (il racconto per s. valentino, il post più cliccato ecc…) mi manca il live journal che si seguiva con attenzione… Mi manca. Molto.
  • Claudia Marangoni Ci ho lasciato il cuore.
  • Splinder In effetti dovremmo anche ricordare chi ci ha lasciati nel frattempo, assieme a Splinder. Ci sono già diversi utenti che non sono più in questo mondo, come Annastaccatolisa, famosa per il suo blog contro il cancro e per il suo bellissimo matrimonio, arrivato fin persino in tv!
  • Flo Pelloni Splinder è stato un fenimeno irripetibile! I vecchi amici li ho quasi tutti ritrovato, ma ci ignoriamo allegramente! Ogni tanto ci scriviamo, ma con tono affettato e ridicolmente cortese! Non siamo piu’ gli stessi! E’ una disfatta peggio di quella di Waterloo!
  • Paola Bassi vero vero.. ! tutti a chiedere consigli in giro, tu che fai, dove emigri, come fai a recuperare i vecchi post? io, dopo giravolte su Iobloggo e WordPress sono approdata su blogspot, ma non è la stessa cosa.. e poi ci sono stati parecchi ‘tradimenti’ per seguire facebook ma così è la vita no? un saluto a Splinder e tutti/tutte
  • Flo Pelloni Cara Paola, parole sante……….. penso a tutti gli amici con tanta nostalgia e affetto, considerando che alla fin fine ci siamo tutti conosciuti fisicamente, ma nonostante cio’ mi sento svuotata dall’entusiasmo dei vecchi tempi! Le colazioni che ci concediamo ogni tanto, gli apericena che ci godiamo a gruppetti sparuti, non hanno lo stesso sapore delle allegre tavolate che si facevano per esempio a “La Tavernaccia”………… tutto passa, Splinder ci ha traditi…… pero’ nonostante cio’ io mi semtiro’ una splinderiana per sempre! Per caso una splinderiana emigrata inutilmente altrove! E pensare che il truce Passatorcortese era la punta di diamante delle terribili e pugnaci battaglie civili, politiche e in difesa dei piu’ deboli! Adesso sono un povero passatorecortese che scrive qualcosa di insulso si e no una volta al mese! Sigh!
    Io sono riuscita a trasferire i miei due blog pubblici e anche quello privato, pero’ alcune cose le ho perse, ma per fortuna sulla chiavetta UBS ho salvato l’immagine della prima pagina del Passatorcortese di Splinder, viva piu’ che mai, e ogni tanto me la guardo, e mi spunta la famosa lacrima sul viso!
  • Paola Bassi su Flo, non fare la choosy teniamoci il nostrto blogghetto così come possiamo, non è tutta colpa di splinder, io ho aperto che avevo 6 anni d’età e di berlusconi (1 di monti) di meno…..
  • Flo Pelloni NO, invece io sono proprio choosy! quando ho aperto un blog nel 2006 ho accuratamente valutato ed ho scelto Splinder; nessuna piattaforma è come Splinder………….. io mi sento tradita e cojonata, perchè Splinder poteva anche sopravvivere, dato che Bazoo o non so chi altro si era offerto di comprare………… fino alla fine io e Fiordicollina abbiamo lottato rendendoci addirittura ridicole, abbiamo ricevuto i peggio insulti da molti utenti di Splinder che non avevano capito il valore di questa piattaforma, abbiamo organizzato un FlashMoby, ma siamo state ignorate e derise; aveva ragione i nostri denigraotri, era stato già tutto deciso, per cui il mio rapporto con Splinder è di odio-amore! Non ho ancora capito quale dei due entimenti prevale, comunque resta il fatto che adesso non mi và piu’ di scrivere! Sono choosy……….. nessuna piattaforma è all’altezza del Passatorcortese di Splinder!
  • Paola Bassi sì la diaspora è stata nefasta.. ho una lunga lista di amici e amiche su splinder che non scrivono più.. più che sperare che qualcuno apra una piattaforma simile non so fare
  • C’era una volta Splinder Mi è mancato molto ,tanto che ho aperto questa pagina su Facebook…ora non mi importa piu’.Le cose sono andate in altro modo ed è inutile rivangare il passato.Buona vita a tutti.
  • Mari Rossi A me manca anche se sono riuscita a mantenere un po’ di contatti …purtroppo ci siamo dispersi un po’ da tutte le parti
  • Luca Palumbo Grazie a Splinder ho conosciuto persone incredibili ed anche il mio amore… IL mio blog, che era Ioeilmare l’ho trasferito ma è fermo alla prima pagina. non è la stessa cosa…splinder era splinder.
Annunci

7 thoughts on “Ad un anno dalla chiusura di Splinder…”

  1. Io non ho salvato niente, a volte mi pento, ma poi penso che si può anche voltare pagina e ripartire come ho fatto, ho ancora quasi tutti gli amici e ne ho ritrovato di nuovi ,perciò …va bene così……….anche se a volte quando sono senza idee ,mi viene in mente quando bastava un’immagine per dire tante cose.
    Un caro saluto a tutti i splinderiani che conosco e no
    Ciaoo Magda

  2. Ciao,
    è stato un anno particolare ed è cambiato davvero tutto per me.I vecchi amici non ci sono quasi piu’ e ne ho fatti di nuovi.La chiusura di Splinder mi ha messo di fronte alla realtà di queste amicizie virtuali.
    Mi ero illusa che si potessero creare amicizie vere,ma mi sono dovuta ricredere,o forse non sono stata fortunata.Non a tutti fa piacere tramutare in realtà una conoscenza virtuale.I piu’,credo,si costruiscano un personaggio che non coincide con la vita vera.
    L’importante è sempre essere se’ stessi …con o senza Splinder.

  3. Dici bene. L’importanti è essere fedeli a ciò che si è. Fedeli a se stessi.

    Ci penso spesso a Splinder, sai? Penso a quell’armonia particolare, a quell’equilibrio irripetibile fra comunicazione messaggistica e blogging che aveva raggiunto . Ora io sono su BLOGGER ma non mi piace del tutto.
    Non è come vorrei e per questo, rimane un rimpianto per quei quasi sette anni pasati su Splinder.
    .
    Eppure si va avanti … e -parlo per me ora- io credo di aver mantenuto la stessa impostazione che avevo sulla vecchia piattaforma di Splinder.
    Il blog come cassaforte in cui raccogliere i frammenti di Bellezza che mi è dato trovare attorno a me in libri film immagini fotografie storie e semplici riflessioni.
    Ma non una cassaforte da tener chiusa e blindata bensì un luogo di condivisione di comunicazione e di dono. Oggi come ieri mi piace pensarlo così il mio piccolo blog, la mia casetta virtuale aperta a tutto il mondo.

    Saluto tutti i vecchi compagni di viaggio di Splinder e accolgo i nuovi visitatori e ogni tanto, rileggo ciò che il tempo ha depositato sotto forma di commenti in anni ormai antichi, e son sincero, mi riscaldano tuttora, anche se magari le persone che li scrissero non le sento più. E’ un misto di malinconia e gratitudine quella che provo.
    In ogni caso Splinder è stato per tutti una grande occasione, una grandissima esperienza positiva e questo niente e nessuno ce lo protrà più portare via . Un abbraccio e un saluto affettuoso. Carlo (curiosi del mare => http://curiosidelmare.blogspot.it )

    1. Ciao cklimt,
      forse mi rendo sempre piu’ conto che il blog sia un’ilusione.Un’illusione di condivisione . Dici bene tu.
      E’ come una cassaforte dove riponiamo tutto cio’ che ci sembrerebbe bello poter condividere con qualcuno.
      E rimaniamo sempre in attesa che cio’ avvenga.Ma alla fine ci sentiamo sempre piu’ soli.Splinder ci ha fatto sognare un po’ di piu’,ci sentivamo forse piu’ vivi,ma è stata appunto un grande bluff.La realtà dell’Web è che si puo’ trovare tutto cio’ che cerchiamo,ma non lo potremo mai davvero materializzare facendoci poi sprofondare in un vuoto senza confini.

      1. Ma noo io non sarei così pessimista credimi.
        Splinder è stata un’esperienza fantastica ma poi se instauri condivisioni profonde rimane ben più di qualcosa. Rimangono legami, empatie e persone in cui ti riconosci che senti particolarmente affini. Per l’esperienza che ne ho avuto, mi sento di affermarlo con una certa convinzione tutto questo.
        E poi è vero che tutti quanti evolviamo che c’è chi si è allontanato, chi ha scelto di partire per altri lidi o semplicemente di restare in silenzio. Ma molti altri io li ho ritrovati e l’esperienza di condivisione è proseguita, in uno scambio costruttivo e fertile. Io che non ero partito con grandi aspettative ho dovuto ricredermi, positivamente. Dipende molto dalle aspettative. A volte ci fregano loro (le aspettative). Almeno così mi pare. Un abbraccio. Buona serata.
        Carlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...