Non so… un post a caso degli anni passati

3 Marzo 2012
Non so se sia possibile descrivere a parole il mio stato d’animo di questi giorni.Forse non lo è.Un’immensità di pensieri travolgono la mia mente e il mio cuore.

E’ come se un terremoto si fosse concentrato solo sulla mia vita.

Tutto scorre normalmente attorno a me.

Ma io sto vivendo in una realtà assolutamente diversa da cio’ che mi circonda.

La mia vita è crollata come un castello di carte mentre tutto attorno è rimasto intatto.

Non è facile.

E non è nemmeno un sogno.

Tuttavia riesco a pensare a come ricostruire,da dove ricominciare.

Ieri ,per la prima volta sono riuscita a pensare ai miei fiori ,alle mie piante .

Ho cominciato a tagliari i rami rinsecchiti dal freddo .Ho ritrovato nella natura e nei miei fiori il primo respiro di nuova vita.

Vedere le prime piccolissime gemme sui rami spogli e scoprire la linfa vitale anche là dove avrei creduto che tutto fosse stato annientato dal grande freddo è stato come un piccolo miracolo.

Ho provato per la prima volta la sensazione della vita che continua.

Oggi questa sensazione è continuata ,come se la vita,anche espressa in un piccolissimo colore verde in un ramo secco,volesse vincere la morte.

Sono riuscita per la prima volta dopo anni ad esprimere la mia creatività lavorativa.

Mi sono venute idee.

Magari saranno idee impossibili da realizzare.

Ma intando sto tracciando piccoli disegni su un foglio bianco c ome fanno i pittori prima di progettare un quadro o un’opera d’arte.

.

Poi all’improvviso ho pensato alle cascate del Niagara.

Annunci

5 thoughts on “Non so… un post a caso degli anni passati”

  1. anche a me il vedere una gemma nascente o la gatta belle (che scompare per giorni, poi ritorna, mangia in modo vorace come per dovere "fare rifornimento" per poi riscomparire come una saetta) provoca il senso di essere ancora in vita

  2. Oggi ho fatto uscire mio figlio depresso perchè non trova la morosa, in giardino. Gli ho fatto vedere i giacinti spuntati nel terreno, le gemme sui roseti, gli ho detto che è il momento di piantarmi le erbe aromatiche che mi servono proprio, poi di tagliarmi i paletti di legna che creano disordine e mi servono e via dicendo. Si è messo al lavoro e stasera era stanco morto ma felice, domani andiamo a comperare sementi e piantine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...