Un incontro

Ieri in via Eredi Farina dove vado a comprare le piantine per l’acquario ho visto passare una donna in Burka. Il Burka era totalmente nero e della donna ,che sotto a quelle stoffe pareva abbastanza robusta, si vedevano solo gli occhi..che trasparivano da un taglio sottilissimo.. Gli occhi erano anch’essi neri …direi ancora di piu’ . La donna spingeva un passeggino ed era accompagnata da una signora piuttosto giovane in jeans coi capelli lunghi.
Io ero seduta in macchina ed ho cercato di guardare gli occhi …ma nn sono riuscita…o forse un po’ li ho visti e ne ho colto una certa fredderzza.Della carrozzina e del bambino non ho alcun ricordo …era come se nn fosse esistente…impossibile credere che la sotto a quelle vesti cosi spesse e lontane da quel bimbo ci fosse un cuore di mamma.
Questo certo e’cio’che ho provato io e spero di sbagliarmi..spero che almeno in privato questa donna si spogli e faccia sentire la sua pelle calda al suo bimbo e lo guardi negli occhi a viso aperto e gli canti una canzoncina prima che si addormenti.

Annunci

1 thought on “Un incontro”

  1. Capisco il disagio del tuo sentire. Ma il problema sta a monte. Perché si tollera che in Italia una donna possa vivere in una prigione ambulante, in modo così umiliante. Tanti discorsi – anche giustamente – sul valore dei simboli, in particolare religiosi. Ma che vivere sotto un tappeto nero che copre anche la bocca (quindi il diritto di parola in senso sia lato che letterale), pare molto meno importante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...